Come promuovere un romanzo usando solo i social

Mentre scrivo questo articolo il numero di contagiati del Coronavirus aumenta e l’economia italiana in generale sta subendo un cambio radicale. In questi giorni ho ricevuto molte email di scrittori e scrittrici, soprattutto pubblicati da case editrici, che mi chiedevano come promuovere un romanzo e mantenere i contatti con i lettori utilizzando solo i social network, perché le presentazioni hanno avuto il 100% di cancellazioni e probabilmente verranno cancellati anche tutti gli eventi dal vivo dei prossimi mesi.

Dato che non sappiamo quanto tempo rimarremo in questa situazione di emergenza, ho deciso di buttare giù alcune idee che possono aiutarti (e aiutare il tuo editore) fin da subito a continuare il dialogo con il tuo pubblico in questo momento tanto critico. Ti spiegherò come promuovere il tuo romanzo partendo dal tuo brand di scrittore.

come promuovere un romanzo

Promuovere un romanzo: i problemi attuali

Prima di darti i miei consigli su come promuovere un romanzo usando i social, mi presento brevemente.

Se non mi conosci, mi chiamo Alessandro Valenzano e lavoro come consulente marketing per scrittori di romanzi e addetti ai lavori del mercato editoriale italiano.

In questi giorni i problemi riscontrati da scrittori e case editrici sono principalmente due:

  • problemi di vendita;
  • problemi di visibilità.

Andiamo con ordine e analizziamoli uno a uno.

 

Problemi di vendita

Secondo l’ultimo report dell’Associazione Italiana Editori il luogo dove avviene la vendita più sostanziosa di romanzi è la libreria fisica indipendente o di catena.

In questi giorni la maggior parte delle librerie come puoi immaginare sono vuote. Secondo i dati riportati da alcuni editori con cui sono in contatto stanno assistendo a un crollo drammatico delle vendite dei cartacei (anche -60%).

Ci sono alcune case editrici che in queste ore si stanno riorganizzando sul fronte promozione e vendite.

Una di queste è la Fratelli Frilli Editori di Genova, una delle più apprezzate case editrici italiane di noir e gialli.

In basso ti condivido il video che Carlo Frilli, l’editore, ha pubblicato sui suoi canali social:

Molti lettori stanno virando verso gli eBook e molti altri, purtroppo, a causa delle incertezze lavorative preferiscono non acquistare nuovi romanzi, e in generale avere più attenzione all’economia domestica.

Quindi come fare per invogliare i lettori a leggere?

Alcune librerie si stanno attrezzando per le consegne a domicilio, ma sono veramente poche.

Poi ci sono gli store online, come Amazon, che continuano a lavorare. Infatti, alcuni scrittori con cui collaboro non stanno risentendo della flessione delle vendite del cartaceo, proprio perché hanno come principale distributore lo store online di Amazon.

Fino a quando i corrieri potranno transitare, potenzialmente anche il lettore non dovrebbe avere problemi a rintracciare un romanzo e acquistare una copia cartacea.

Il problema adesso sta proprio nel rintracciare il romanzo o lo scrittore. Perché ora autori autopubblicati ed editi da case editrici sono sullo stesso livello, quindi la concorrenza diretta è altissima.

Inoltre, la spinta mediatica dell’editore, che prima era fondamentale, ha pochi effetti e il valore aggiunto della distribuzione in libreria è annullato.

Quindi il problema è soprattutto di visibilità, perché chi fino a ora non ha lavorato sul proprio brand personale rischia di scomparire dal mercato.

 

Problemi di visibilità

Questo articolo non ha solo lo scopo di aiutarti a capire come promuovere un romanzo sui social, ma va un po’ oltre, perché il mio scopo è quello di aiutarti a capire come puoi promuovere te stesso sui social, come puoi dare valore alla tua immagine pubblica di scrittore in un momento delicato come questo.

Lascia che ti spieghi. 

Tantissimi scrittori consideravano fino a pochi giorni fa il digitale come la seconda scelta, in termini di comunicazione e promozione editoriale.

Oggi che gli eventi dal vivo sono stati cancellati, l’unico strumento in grado di aiutarti a proseguire il dialogo con i tuoi lettori, e a trovarne di nuovi, è il digitale.

Il problema di visibilità è a mio parere irreversibile, nel senso che c’è il forte rischio che alcuni autori spariscano dalla scena editoriale e che, quando tutto questo finirà, sarà così difficile per loro riprendere il contatto con i lettori che la casa editrice dovrà seriamente pensare se dare loro una seconda chance.

Naturalmente sto parlando di scrittori che non hanno un’immagine pubblica forte nel mercato editoriale. Quindi parlo degli esordienti o di coloro che non hanno mai puntato sulla costruzione di un brand personale.

 

Come promuovere un romanzo: la strategia iniziale

Se anche tu ti trovi in questa condizione, ora ti aiuto a capire come promuovere un romanzo e quale strategia mettere in campo per correre ai ripari nel minor tempo possibile con le risorse che hai a disposizione.

La prima cosa da fare è definire:

  • chi sei;
  • chi sono i tuoi lettori;
  • cosa fai (quali sono le tue competenze o le passioni che ti hanno spinto a scrivere i tuoi romanzi);
  • perché i lettori ti considerano rilevante;
  • qual è il connettore, o meglio il messaggio di fondo, che unisce tutte le tue pubblicazioni (se c’è, e mi auguro di sì);
  • quali sono i temi (o il tema) affrontati nei tuoi romanzi (i principali per lo meno);
  • quali sono i tuoi elementi di credibilità.

In questo modo in pochi punti potrai capire qual è la posizione che hai nella testa dei lettori e quindi definire il tuo posizionamento nel mercato editoriale.

Basandoti su questi aspetti potrai impostare la tua comunicazione con maggiore facilità.

 

Comunica il tuo romanzo su Facebook

Tra tutte le piattaforme social ti consiglio di puntare su Facebook, perché la maggior parte dei lettori ha un account.

In questo articolo non entrerò nei tecnicismi delle pubblicità, perché credo che senza un brand personale adeguato fare pubblicità sia totalmente inutile (uno spreco di energie e di denaro) e qualora portino a dei risultati, comunque non avresti alcun controllo, tutto sarebbe generato dal caso.

Il caso non è accettabile se vuoi costruire un progetto letterario duraturo e autorevole.

Devi essere quindi prima di tutto rilevante per una nicchia di lettori. Se non sei interessante per il tuo pubblico, se non ti riferisci a un gruppo preciso di lettori e soprattutto se non rappresenti nella loro testa qualcosa di specifico, allora non hai alcuna possibilità di prosperare nel mercato editoriale.

Dunque, cosa e come comunicare?

 

Il Brand dello scrittore di romanzi

Su Facebook hai la possibilità di aprire due canali di comunicazione: i gruppi o le pagine.

Se crei da zero la tua pagina autore usa come intestazione il tuo nome, o per lo meno il nome che usi per firmare i tuoi romanzi. Se crei un gruppo, puoi anche nominarlo con il titolo del tuo romanzo più conosciuto o sul quale vuoi focalizzare l’attenzione.

Il brand di uno scrittore a mio parere deve avere quattro caratteristiche.

Deve essere:

  1. Riconoscibile;
  2. Autorevole;
  3. Focalizzato;
  4. Originale.

Tieni presente che nello stream della home di Facebook dovrai competere con concorrenti diretti (i tuoi colleghi scrittori) e concorrenti indiretti (brand di ogni tipo da Netflix alla Mulino Bianco, che investono nel digitale).

Se rispetterai i quattro punti che ti ho appena indicato hai ottime possibilità di riuscire a catturare l’attenzione dei lettori.

L’attenzione, è sempre bene ribadirlo, oggi è la risorsa più preziosa per tutti coloro che comunicano online.

 

4 punti per far decollare la tua comunicazione digitale

Ora scendiamo più nel dettaglio del problema visibilità e ti spiego esattamente come promuovere un romanzo sui social e soprattutto come mettere in risalto il tuo brand di scrittore.

Analizziamo uno a uno i quattro punti che ti ho elencato poco fa.

#1 Riconoscibilità

Vuol dire che devi sviluppare uno o più format (testuali e/o visivi) che subito saltano all’occhio e permettono di riconoscerti prima ancora di aver letto il tuo nome.

Canva per la parte grafica può essere un ottimo alleato.

#2 Autorevolezza

Nessuno mette in dubbio che tu sia autorevole, ma per comunicare al meglio questa caratteristica devi mettere nero su bianco gli elementi di credibilità di cui parlavamo all’inizio.

Per elementi di credibilità intendo, ad esempio: le recensioni della carta stampata (che oggi valgono ancora tantissimo per i lettori); interviste con media di settore; il nome dell’editore; il numero di follower; premi e riconoscimenti, numero di vendite…

Puoi puntare anche solo su uno di questi elementi. Lo scopo è farti percepire dal lettore come affidabile e non c’è modo migliore che far leva sulla riprova sociale.

In questo modo gli dai quell’informazione che ti fa subito crescere nella sua testa in termini di reputazione.

A questo proposito ti mostro un esempio pratico; un lavoro che abbiamo eseguito con Enrico Fovanna (giornalista e scrittore) e pubblicato nel suo gruppo Facebook. Enrico è un bravissimo autore Giunti, vincitore del Premio Stresa nel 1996 e oggi in libreria con un nuovo romanzo L’arte sconosciuta del volo.

Abbiamo messo in evidenza i nomi delle testate giornalistiche che hanno recensito il romanzo e sotto abbiamo riportato un estratto significativo che impreziosisce l’abilità di Enrico come scrittore e incuriosisce il lettore.

#3 Focalizzazione

Devi essere ben focalizzato. In questi casi cito sempre l’esempio di Roberto Saviano che è iper focalizzato sul tema della criminalità organizzata e secondo me riesce in modo egregio a polarizzare il pubblico.

Non so quanto tu sia focalizzato su un argomento. Se sei agli inizi, sappi che più sarai focalizzato e più riuscirai a interessare la specifica nicchia a cui ti riferisci.

In questo modo riuscirai a intrattenere il pubblico e a emozionarlo in senso positivo o negativo, ma comunque sarai rilevante.

Ok, ma focalizzato su cosa?

Riprendi lo schema iniziale e ragiona sui temi del tuo romanzo. Su questi dovrai impostare quella che definisco comunicazione laterale.

Spesso gli unici contenuti che gli scrittori pubblicano sono post relativi all’acquisto del romanzo. “Clicca qui per acquistare”. O in alternativa alla partecipazione agli eventi.

Online non funziona in questo modo, a meno che tu non sia molto famoso e quindi molto rilevante. Oggi a uno scrittore come Saviano basterebbe dire “clicca qui e acquista” e sono certo che non avrebbe alcun calo in termini di vendite.

Ma Saviano ha creato un ecosistema di asset, dalle serie tv, ai format televisivi ai romanzi nel corso di diversi anni. Il suo focus funziona sul piano mediatico talmente bene che, oltre ad aver raccolto attorno a sé un grande numero di follower, la casa editrice Bompiani lo ha nominato direttore della collana Munizioni.

Immagino che tu non abbia la stessa attenzione mediatica, quindi dovresti concentrarti sulla creazione di contenuti che sensibilizzano il pubblico su quelli che sono i temi dei tuoi romanzi.

Lascia che ti spieghi meglio con un esempio.

Collaboro con una scrittrice che tratta nei suoi romanzi il tema del bullismo visto da diverse inquadrature. Le ho consigliato di condividere con i suoi lettori tutto il materiale che ha utilizzato per documentarsi, argomentando i contenuti con un tono di voce e una presa di posizione chiara sul tema.

Naturalmente non devi elevarti a giudice o a professore della materia, ma a semplice divulgatore. In questo modo intrattieni, sensibilizzi, ispiri e polarizzi, cioè porti le persone a scegliere se pensarla come te o meno, senza sfumature.

#4 Originalità

Ultimo punto da affrontare per capire come promuovere un romanzo partendo dal tuo brand di scrittore è l’originalità.

Devi avere una comunicazione e un brand diverso dagli altri, quindi originale.

Devi differenziarti il più possibile dalla concorrenza. Solo in questo modo riuscirai davvero a rimanere impresso nella testa dei lettori.

Cosa c’è di più unico della tua storia personale?

In questo caso dovresti alternare alla comunicazione laterale focalizzata sui temi, una comunicazione personale incentrata su chi sei, cosa fai e qual è la tua visione del mondo.

Molto bravo in questo è Alessandro D’Avenia che nei suoi contenuti online racconta se stesso e il suo lavoro – è un docente delle superiori – attraverso uno spunto che fa subito cogliere la sua visione del mondo.

Non è un caso se Ultimo banco, la sua rubrica del lunedì che esce sul Corriere della Sera, riflette sul vivere quotidiano attraverso i personaggi e le pagine che abbiamo amato, odiato o ignorato tra i banchi di scuola.

Alessandro D’Avenia unisce la sua professione di docente a quella di scrittore divulgando un tema e dando valore ai suoi lettori, aiutandoli ad affrontare meglio il quotidiano. Il tutto estremamente coerente con le sue pubblicazioni e la sua comunicazione digitale.

Siamo giunti al termine di questo articolo, spero di averti fornito dei consigli utili e di aver chiarito eventuali dubbi su come promuovere un romanzo sui social partendo dal tuo brand di scrittore.

Comunicando in questo modo strategico riesci ad avere un impatto maggiore nella vita dei tuoi lettori, a costruire un dialogo duraturo con loro e a inserire la vendita dei tuoi romanzi all’interno di un progetto più ampio e complesso.

Cercare sempre e solo la vendita ti rende fastidioso ed egocentrico, e i lettori non avranno alcun interesse a seguirti.

Questi sono solo alcuni spunti di riflessione che mi auguro ti aiutino a correre ai ripari in questo momento di crisi generale e soprattutto ti aiutino a non perdere di vista i tuoi lettori, il vero fulcro della tua attività letteraria, mantenendo con loro un dialogo continuo, costruttivo e interessante.

Alessandro Valenzano

  
Vuoi migliorare la tua comunicazione online? Clicca qui e iscriviti alla mia newsletter. Riceverai tutti i miei aggiornamenti prima degli altri.